PENSIERO

Col Mercoledì delle Ceneri ha inizio la Quaresima ed è come se tutti fossimo ammessi alla penitenzapubblica.

Un tempo solo per chi avesse commesso peccati gravi, è un gesto donato alla Chiesa intera, poiché la preparazione alla Pasqua prende inizio dal riconoscersi peccatori e bisognosi di perdono e vita nuova.

L’appello del Signore alla conversione ci viene presentato dal brano evangelico della primabdomenica di Quaresima, in cui l’attenzione è posta sulla scena della tentazione di Gesù nel deserto, resa dall’evangelista Marco con lapidaria brevità. Gesù è spinto al combattimento dallo Spirito e nel tempo di quaranta giorni sta a contatto delle fiere ed è servito dagli angeli. Una sottolineatura così indica

l’inaugurazione del mondo sognato da Dio realizzato nel giardino dell’Eden e rotto dalla drammatica realtà del peccato. Seguire più da vicino le orme di Gesù in Quaresima significa recuperare l’armonia perduta fra noi e Dio, come pure fra noi e gli altri. Se l’egoismo e la prepotenza rischiano di allontanarci, l’amore misericordioso e traboccante di Dio riporta alla vita ciò che rischia di essere perduto. Che il Signore ci accompagni e ci diriga col suo Spirito, facendoci il dono di un cuore docile alla sua Parola, attento a chi abbiamo vicino e capace di accogliere il suo perdono, fonte di vita rinnovata.

 

 

 

 

 

 






Papa Francesco
Papa Francesco

Mons. Corrado Sanguineti
Mons. Corrado Sanguineti
Biografia
Nato a Milano il 7 novembre 1964; ordinato sacerdote il 30 ottobre 1988.
E’ stato Pro Vicario Generale della Diocesi ligure, parroco prevosto della Cattedrale “Nostra Signora dell’Orto” in Chiavari, direttore dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Mater Ecclesiae” presso il quale è stato docente di biblica, referente diocesano per il progetto culturale e direttore dell’ufficio catechistico.
Eletto vescovo di Pavia il 16 novembre 2015.


IN PRIMO PIANO